Le storie aumentano il valore degli oggetti

Distruzione dell'opera "Girl With Balloon" di Bansky ad un'asta a Londra

… e Bansky l’ha capito bene.

Si è parlato molto dell’eclatante gesto di Bansky che nell’istante stesso in cui veniva battuta la sua opera “Girl With Balloon” ad un’asta a Londra ha fatto si che la tela iniziasse scivolare verso il basso attraverso un tritacarta nascosto nella spessa cornice, facendo pendere una serie di strisce.

L’opera era stata appena venduta a circa 1.2milioni di euro. Qualche ora più tardi Bansky pubblica sul suo profilo Instagram un video in cui 6 anni prima preparava la cornice per il “curioso scherzo”. Un bel colpo.

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Banksy (@banksy) in data:

A mio parere è stato un gesto geniale se calcoliamo che è stato progettato anni prima (a quanto pare), già il suo personaggio avvolto nell’anonimato rende le sue opere tra le più ambite dei tempi moderni, aggiungiamoci che possederne una “intatta” è ancora più difficile, il risultato è un mix di comunicazione molto efficace.

Alcuni si sono chiesti quali fossero le implicazioni legali legate al gesto, ovvero “se un’opera distrutta in mano a banditore essa vale ancora la cifra pattuita”. Ma in questo caso molti esperti sostengono che il suo valore aumenterà! E plausibilmente sarà proprio così, perché le storie aumentano il valore di un oggetto, lo dice il marketing, lo dicono esperti di comunicazione.

Nella maggior parte dei casi le storie sono fittizie e costruite ad hoc per realizzare una comunicazione efficace come dimostra un curioso esperimento socio-antropologico ideato da Rob Walker e Joshua Glenn (http://significantobjects.com/).

Esperimento in cui vengono venduti oggetti di basso valore con storie fantastiche. Significant Objects ...and how they got that way
Esperimento in cui vengono venduti oggetti di basso valore con storie fantastiche. Significant Objects …and how they got that way

I due ricercatori sono partiti dall’ipotesi che costruendo un aneddoto su un oggetto, lo stesso si caricherà di un significato soggettivo che avrà come risultato quello aumentarne il valore oggettivo. Così hanno acquistato oggetti apparentemente privi di valore a bassissimo prezzo, poi hanno incaricato alcuni autori di scrivere una breve storia su ognuno degli oggetti. E quindi sono stati messi in vendita su eBay con tanto di storiella allegata. Il risultato? La spesa iniziale, che era stata di appena 128 dollari, si è trasformata in un ricavo di oltre 3600 dollari. Ogni storia aveva aggiunto valore all’oggetto, dimostrando che le storie sono state in grado di attribuire un significato aggiuntivo a un oggetto ordinario. [1]

Ma quando la storia è vera, documentata ed eclatante come quella di Bansky, il risultato è senza dubbio maggiore. Se raccontare una storia fittizia funziona bene, far si che avvenga per davvero una storia aggiungerà un valore quasi inestimabile all’oggetto coinvolto.

E questo Bansky l’ha capito bene. Non è più banalmente una rara opera in tela di Bansky ridotta in strisce, ma è ‘quella che si è autodistrutta sotto gli occhi di tutti, un attimo dopo essere stata venduta per 1.2mln di euro’. Un oggetto chiave di una storia che ha fatto il giro del mondo.

Chapeau.

Fonti:
[1] Talk Like TED: The 9 Public Speaking Secrets of the World’s Top Minds, di Carmine Gallo
[2] Video della distruzione dell’opera di Bansky all’asta di Londra, https://www.instagram.com/p/Bok1tC0jKJ3
[3] Profilo Instagram di Bansky, https://www.instagram.com/banksy/